MULINUM

image_startup_MULINUM

Nome Startup: MULINUM
Sede: Italia, SAN FLORO (CZ)
Formata nel: 31/01/2017
Categoria: Food
Financing round:yes
(Over 1M)
Working prototype:yes
(yes)
Competitions/Prizes won:yes
(Premio Meeting del Mare 2018 • Premio Simpatia 2018- RC • Vincitore di “Teletopi 2017” per la categoria brand-BO • Premio TOYP 2017 per la regione Calabria •Premio Oscar Green 2017)
Fondatori: STEFANO CACCAVARI CON 220 SOCI

Social:

facebook twitter site-web site-web

MULINUM

MULINUM è la prima azienda agricola italiana che nasce da una straordinaria operazione di crowdfunding, realizzata grazie all’intraprendenza di un giovane calabrese, Stefano Caccavari, e alla conseguente risposta ottenuta attraverso i social network (a luglio 2019 raccolti 1.436.000 euro). Tale raccolta, tuttora aperta e in continua espansione, è stato il motore di un progetto di filiera, controllata in ogni passaggio, che rilancia la coltura bio di grani antichi locali, la produzione di farine integrali macinate esclusivamente a pietra, in luoghi, i Mulinum appunto, costruiti in bioedilizia, situati in mezzo alla natura e raggiungibili facilmente dalle città, dove le farine vengono macinate a vista, dove si panifica il pane con ricette tradizionali e lievito madre, dove si possono gustare straordinarie pizze agricole e dove accadono eventi culturali, corsi di formazione e percorsi didattici.
Il primo dei Mulinum di Stefano Caccavari è sorto nel 2017 in Calabria, nel comune di San Floro (CZ), perché è qui che il giovane, dopo gli studi in economia aziendale, è stato mosso dal desiderio di salvare il
suo territorio che rischiava di essere trasformato nella più grande discarica europea di rifiuti. Di fronte a quel pericolo, scampato nel 2015 grazie all’iniziativa di un gruppo di cittadini, il giovane intuisce che i
territori si salvano “coltivandoli”, creando quindi le condizioni di una cura quotidiana, con un progetto di ampia visione e a lungo termine. Con una mentalità imprenditoriale orientata più verso il significato di fare rete che su assistenzialismo e aiuti pubblici, Caccavari lancia l’invito a sostenere il suo progetto su facebook, dove ha già creato una comunità di 5000 persone, raccolta grazie a un precedente progetto partecipativo. La sottoscrizione di soci al progetto Mulinum, tuttora aperta, ha raccolto ad oggi 220 soci sottoscrittori, per una complessiva raccolta di 1.436.000 euro, destinati oltre che alla nascita del primo Mulinum di San Floro ai successivi Mulinum, individuati per ora in Toscana e in Puglia. Anche le destinazioni dei nuovi Mulinum nascono spontaneamente, dall’interessamento di aziende agricole o
imprenditori che diventano i capofila di questa particolare forma di sviluppo del proprio territorio, dove spesso i terreni sono lasciati incolti. Mulinum sta ponendo le basi per un rinascimento della coltura italiana del grano, partendo dalla ricchezza della biodiversità dei semi e delle loro proprietà che restano
integre con la macinazione a pietra e la panificazione con pasta madre.

img-startup-MULINUM

Condividi