HBI

image_startup_HBI

Startup name: HBI
Registered Office: Italy, Bolzano
Established in: 5/10/2016
Startup Category: Circular Economy
Financing round: yes
(50-100K)
Working prototype: yes
Competitions/Prizes won: yes (Innovation Prize, D2T Start Cup Special Prize “Green and Circular Economy” Special Prize “Bioeconomy” Special Prize Italeaf Prize Alimenta2Talents Prize Unicredit StartLab, Milan Special Prize G)
Founders: Daniele Basso, Renato Pavanetto

Social:

facebook linkedin site-web

HBI

HBI è una startup innovativa operante nel campo dell’Economia circolare attraverso lo sviluppo e la diffusione di nuove tecnologie di produzione sostenibile dell’energia. A tal fine, le tecnologie proposte da HBI riguardano sia la valorizzazione energetica degli scarti, che la possibilità di estrarre materiali, molecole o composti di interesse che possano essere utilizzati come alternative rinnovabili e sostenibili alle comuni risorse di origine fossile. La stretta collaborazione di HBI con il mondo della ricerca garantisce un alto grado di innovazione che, unito all’esperienza nell’industria dei nostri partner tecnologici, permette lo sviluppo di soluzioni al passo con le nuove e sempre più complesse sfide del mercato.

La tecnologia sviluppata ed ingegnerizzata da HBI S.r.l. si basa su un nuovo processo termochimico attraverso cui è possibile direttamente trasformare un residuo organico ad elevato tenore di umidità (U > 60%), in un solido carbonioso (chiamato Greenpeat) a più elevato contenuto energetico, rispetto al substrato iniziale, e con caratteristiche chimico fisiche paragonabili a quelle della torba o della lignite fossili. Questo materiale può essere quindi successivamente utilizzato per la produzione di energia elettrica e calore. Il processo avviene con tempistiche che vanno da 3 a 5 ore. A differenza di altri processi di trattamento degli scarti organici, quali pirolisi, gassificazione o torrefazione, i quali prevedono elevati costi di pre-trattamento, o quali compostaggio e digestione anaerobica, che prevedono tempi di reazione dell’ordine dei 20 – 60 giorni, il processo sviluppato da HBI consente di poter direttamente trattare lo scarto tal quale ed in modo estremamente veloce, garantendo pertanto dimensioni di impianto estremamente ridotte, rispetto a quelle necessarie per i comuni impianti di trattamento. In termini di emissioni, sia se paragonato ad altri processi termochimici, sia se paragonato ai comuni processi biochimici, il processo sviluppato da HBI risulta essere quello a minori emissioni di gas (< 7% in massa, a fronte del 40 – 50% degli altri processi).



Condividi