Barbara de Muro

Equity Partner at LCA Studio Legale
linkedin-icon

Barbara de Muro, avvocata, svolge attività di assistenza, consulenza e difesa in sede giudiziale e stragiudiziale nel settore del diritto civile in generale e, in particolare, del diritto commerciale e societario e del diritto immobiliare.

È socia equity dello studio legale LCA, sede di Milano, ove ricopre anche il ruolo di Head del German Desk. Prima di entrare in LCA, è stata socia, per 11 anni, dello studio Portale e Visconti
di Milano.

È componente dell’Advisory Board di Tendercapital Ltd, società inglese attiva del settore dell’asset management, e consigliera di amministrazione della Fondazione Sandra Bruni ed Enea Mattei e della Fondazione Almo Collegio Borromeo di Pavia. Nel 2019 è stata nominata amministratrice indipendente della Fullsix s.p.a., ove ricopre anche gli incarichi di presidente del comitato parti correlate e componente dei comitati remunerazione e controllo rischi.

Si è laureata con lode all’Università degli Studi di Pavia ed è alunna del collegio di merito “Collegio Nuovo”.

Da sempre appassionata di temi di genere, nel 2013 ha lanciato ASLAWomen, gruppo di lavoro (poi divenuto sezione) dell’Associazione degli Studi Legali Associati (ASLA) dedicato alla diversity, fondato con l’obiettivo originario di conoscere e monitorare la condizione delle avvocate, ma che oggi svolge attività di più ampio raggio volta alla piena valorizzazione di tutte differenze, fuori e dentro gli studi legali e, dunque, anche a beneficio di altre libere professioni e del lavoro dipendente.

Durante i 5 anni di attività alla guida di ASLAWomen, ha ideato e realizzato un programma di attività e iniziative vastissimo: attività di convegnistica; attività di sensibilizzazione e formazione alla diversity; organizzazione dello stage per giuriste provenienti dal Ghana, curatela dell’opera il “Codice delle Pari Opportunità” (edito da La Tribuna, 2017); attività di supporto a iniziative legislative sulle pari opportunità; partecipazione alla nascita del movimento #Inclusione Donna, ecc.

Per i risultati, nel 2018 è stata inserita da Forbes tra le 100 donne italiane vincenti. Sempre nel 2018 il Comitato Pari Opportunità dell’Ordine degli Avvocati e Avvocate di Milano le ha conferito il prestigioso premio di “avvocato/a dell’anno” per le pari opportunità con la seguente motivazione: “ideatrice e ispiratrice di ASLAWomen […], con incessante lavoro, competenza, attenzione ed entusiasmo, ha contribuito e contribuisce a promuovere e diffondere anche nell’ambito della professione legale una cultura incisiva, di parità e di valorizzazione di tutte le differenze […]”.

Unstoppable Women: The future is female, let’s empower

16:05 - 18:00
VELODROMO - UNIVERSITÀ BOCCONI - SALA ROSSA